Il magnesio come prevenzione delle malattie cardiache

Il magnesio come prevenzione delle malattie cardiache

La carenza di magnesio è molto comune nelle persone con malattie cardiache. Negli ospedali in cui i medici comprendono l'importanza del magnesio, viene somministrato nell'infarto miocardico acuto e nell'aritmia cardiaca. Come ogni altro muscolo, il cuore ha bisogno di magnesio.

Hořčík se také používá k léčbě anginy pectoris nebo bolesti na hrudi.

Magnesio svolge un ruolo nella prevenzione delle malattie cardiache e dell'ictus ed è accettato dai medici ma non molto utilizzato dai cardiologi. Il magnesio si è dimostrato importante per la prima volta nella cura delle aritmie cardiache nel 1935 e da allora numerosi studi in doppio cieco hanno dimostrato che il magnesio è benefico per molti tipi di aritmie, tra cui fibrillazione atriale, contrazioni ventricolari premature, tachicardia ventricolare e grave aritmie. La supplementazione di magnesio ha anche dimostrato di essere utile nell'angina pectoris e negli spasmi delle arterie coronarie o nell'aterosclerosi. Eppure è trascurato dai cardiologi.

Una media di 1.671 americani muoiono improvvisamente e inaspettatamente ogni giorno per un attacco di cuore. Milioni di persone in tutto il mondo hanno problemi - con colesterolo alto, pressione alta e assumono diversi farmaci per evitare attacchi di cuore.

Tuttavia, il trattamento della pressione alta, del colesterolo alto e della glicemia alta esaurisce il magnesio e peggiora queste tre condizioni molto comuni.

Il magnesio funziona allo stesso modo delle statine per abbassare il colesterolo. Ogni attività metabolica nel corpo dipende dagli enzimi. Ad esempio, la produzione di colesterolo richiede uno specifico enzima chiamato HMG-CoA reduttasi. Magnesio rallenta questa reazione enzimatica quando presente in quantità sufficiente. L'HMG-CoA reduttasi è lo stesso enzima su cui agiscono le statine. I meccanismi sono quasi gli stessi; tuttavia, il magnesio è un modo naturale che il corpo ha sviluppato per regolare il colesterolo, quando raggiunge un certo livello, mentre le statine vengono utilizzate per distruggere l'intero processo.

Ciò significa che se c'è abbastanza magnesio nel corpo, il colesterolo sarà limitato alle funzioni necessarie - la produzione di ormoni e il mantenimento delle membrane cellulari - e non sarà prodotto in eccesso. Il magnesio è anche responsabile di molti altri cambiamenti di grasso che le statine non riescono. Il magnesio è essenziale per l'attività di un enzima che abbassa il colesterolo "cattivo", LDL; inoltre abbassa i trigliceridi e aumenta il colesterolo "buono", HDL. Un altro enzima dipendente dal magnesio converte gli acidi grassi essenziali omega-3 e omega-6 in prostaglandine, essenziali per il cuore e la salute generale.

Almeno 18 studi sull'uomo hanno verificato che gli integratori del magnesio possono avere un effetto estremamente benefico sui lipidi. In questi studi, i livelli di colesterolo totale sono stati ridotti dal 6 al 23%; il colesterolo LDL (cattivo) è stato ridotto dal 10 al 18 percento; i trigliceridi sono diminuiti dal 10 al 42%; e il colesterolo HDL (buono) è aumentato dal 4 all'11%. Gli studi hanno inoltre dimostrato che bassi livelli di magnesio sono associati a livelli più elevati di colesterolo "cattivo" e livelli elevati di magnesio indicano un aumento del colesterolo "buono".

Dr. Carolyn Dean

Articolo precedente Articolo 3 / 3
Attenzione !
Questo sito web è solo a scopo informativo e non può essere utilizzato come sostituto del consiglio di un medico.
Categorie

Navigazione rapida
Disclaimer!
Non curiamo, ne diagnostichiamo, ne trattiamo e non tentiamo di prevenire malattie e nessun consiglio o affermazione da parte dei clienti che ci hanno fornito valutazioni in alcun modo indica qualsiasi risultato per la salute derivante dall'uso dei nostri prodotti. I risultati varieranno. Nessuna delle affermazioni contenute in questo sito sostituisce la consulenza medica, la prevenzione e la cura medica.

Picomineral.it

RiMineralizzati! Minerali altamente assorbibili dalla Dr. Carolyn Dean - RnA ReSet

Novità