Domande frequenti per utenti soddisfatti


1. Informazioni sui prodotti RnA ReSet

Apri tutto Chiudi tutto
  • Come vengono prodotti ReMag® e ReMyte®?
    Parole del produttore su ReMag® e ReMyte®.

    Per capire come vengono prodotti ReMag® e ReMyte® è necessaria una conoscenza di base della chimica ionica, della ionizzazione, del potenziale di ionizzazione e dell'assorbimento dei minerali. Alcune ricerche di base su Google che utilizzano le parole chiave sopra ti forniranno le informazioni di base di cui hai bisogno.

    Il magnesio ReMag® e i minerali ReMyte® sono nella stessa forma che si trova naturalmente nei nostri alimenti. Tutti questi minerali sono liquidi, ionici, monoatomici (ioni individuali di minerali in soluzione) e hanno dimensioni picometriche. Non esiste nessuna nanotecnologia. I picometri sono unità di misura, nient'altro. (C'è un quadrilione in un metro, 1.000.000.000.000 di picometri.)

    ReMag® e ReMyte® non sono solo soluzioni ioniche. Gli ioni sono carica, non dimensione. Gli ioni in soluzione possono sempre formare grandi complessi o strutture reticolari, che ne aumentano le dimensioni oltre il singolo ione. Inoltre tendono a legarsi con l'idrogeno e l'ossigeno per formare ossidi e idrossidi di magnesio, che agiscono come antiacidi neutralizzanti l'acido gastrico. Sono anche lassativi e difficili da digerire, che richiede energia.

    a nostra tecnologia garantisce che i singoli ioni nella soluzione rimangano individuali (monoatomici), e quindi li distinguiamo dalle soluzioni ioniche complesse deboli e li chiamiamo minerali picometrici. La dimensione di un singolo ione, se ionico e non legato come composto o altri ioni, rientra nelle unità di misura in picometri. La dimensione dei singoli ioni è determinata dalla natura dell'elemento e dal suo peso atomico. Ad esempio, lo ione magnesio può essere tanto piccolo quanto consentito dalle leggi di Madre Natura. Ad esempio, non possiamo creare un singolo atomo di magnesio più piccolo; possiamo solo garantire che l'atomo non si combini con altri atomi per formare gruppi di atomi più grandi. Lo stesso vale per gli ioni. La dimensione di un singolo atomo di ione magnesio è di circa 86 picometri. Il nostro processo garantisce che il magnesio rimanga a una dimensione picometrica per il massimo assorbimento.

    Il vero segreto del nostro processo è che controlliamo tutti i fattori nel processo di ionizzazione in modo che il prodotto finale sia una forma ionica monoatomica di ioni di magnesio delle dimensioni di una picoparticella (assorbita dagli apparati radicali delle piante, rilasciata nel nostro apparato digerente e assorbita nelle cellule). Lo stesso processo di ionizzazione è complesso, ma non differisce da ciò che accade in natura ogni minuto.

    Per ripetere questo, non permetteremo agli ioni di combinarsi in complessi gruppi ionici o composti che richiederebbero energia dal corpo per la decomposizione e l'assorbimento.

    In che modo la natura fornisce minerali al corpo umano? Quando mangiamo cibo (idealmente la fonte più naturale di minerali), i minerali vengono rilasciati dal nostro cibo dall'azione dell'acido cloridrico e dei succhi gastrici nello stomaco. In sostanza, i succhi digestivi ionizzano i minerali negli alimenti che costituiscono i singoli ioni, non chelati o composti o grandi gruppi di ioni. Gli ioni sono la base dell'energia e della funzione biologica. Solo dopo che gli ioni sono stati rilasciati dal cibo, i minerali ionizzati, che portano una carica elettrica positiva, si attaccano al vettore molto forte e caricato negativamente tramite la chelazione o la proteina vettore. Quindi passa attraverso il corpo o viene assorbito dalla proteina. Oppure può passare nell'intestino come uno ione minerale non attaccato e caricato positivamente per l'assorbimento da parte dei recettori ionici locali.

    Uno ione è qualsiasi atomo o gruppo di atomi che ha una carica elettrica positiva o negativa. Gli ioni caricati positivamente sono conosciuti come cationi (i minerali formano cationi), mentre gli ioni caricati negativamente sono chiamati anioni. Gli ioni si formano aggiungendo o rimuovendo elettroni da atomi neutri o molecole o altri ioni. È noto che il corpo, affinché assorba i minerali in modo efficiente e completo, deve avere una carica elettrica collegata per poter penetrare le barriere cellulari. Vogliamo che il minerale venga assorbito nella cellula, non solo nel flusso sanguigno. Questa carica elettrica esiste attorno all'atomo perché l'atomo manca di un elettrone o ha altri elettroni attorno ad esso. Questa carica fa sì che gli ioni interagiscano, si attraggano o si respingano a vicenda alla ricerca di un altro ione che contribuisca o rimuova più elettroni. È la carica sulla particella che consente ai minerali di attivare molte delle funzioni che svolgono nel corpo. Ma tieni presente che il minerale caricato ionico potrebbe essere sempre in un complesso che lo rende troppo grande per entrare nelle cellule.

    I minerali sono essenzialmente catalizzatori (iniziatori di reazione) e cofattori nei processi metabolici a causa della loro carica elettrica. Il fluido che circonda le nostre cellule è saturo sia di cationi che di anioni, così come il fluido all'interno delle nostre cellule. Poiché questa separazione di atomi con cariche elettriche specifiche, si forma un gradiente elettrico, o corrente, attraverso la membrana cellulare. A causa di questa corrente, le particelle di ioni minerali cariche possono fluire più facilmente attraverso la membrana cellulare. Il minerale deve essere in uno stato ionico affinché ciò avvenga!

    I minerali monoatomici ionici, delle dimensioni di picometri, hanno già una carica e dimensioni che il corpo riconosce e comprende, quindi possono essere facilmente assimilati attraverso membrane cellulari permeabili selettive dalla testa ai piedi. I minerali monoatomici ionici sono anche facilmente trasportati attraverso le membrane cellulari altamente selettive del tubo digerente umano. Poiché i minerali ionici sono carichi, il corpo deve utilizzare meno energia per assorbire questi minerali. Tuttavia, alcuni ioni sono legati a proteine di trasporto, o chelati, o complessati ad amminoacidi e devono essere scomposti in pezzi più piccoli e acquisire una carica elettrica per attraversare la membrana intestinale.

    Il gradiente elettrico (ioni carichi) consente un leggero flusso di minerali ionici dalla zona a maggiore concentrazione (tratto digerente dalla bocca all'intestino) alla zona a minore concentrazione (cellule del corpo).

    Il corpo assorbe ioni monoatomici delle dimensioni di un picometro con un'efficienza maggiore rispetto ad altre forme di minerali, perché la maggior parte degli altri minerali deve passare attraverso processi di digestione completi in particelle cariche più piccole. In realtà, le membrane che rivestono il nostro apparato digerente conservano la loro specifica carica elettrica sotto forma di recettori ionici. Il corpo mantiene questa carica sul rivestimento della membrana per facilitare l'assorbimento dei nutrienti. Diverse regioni recettoriali conservano diverse qualità di carica, rendendo attraente la quantità di nutrienti che passano attraverso il tratto digestivo.

    È nostra convinzione che fornire al corpo minerali in una forma equivalente ai minerali nel cibo abbia più senso perché lo stomaco produce minerali ionici dal cibo.
  • Devo sorseggiare la mia acqua minerale tutto il giorno? Cosa significa in realtà?
    Il processo di rimineralizzazione del corpo utilizzando ReMag®, ReMyte® o altre nostre ricette minerali richiedono una corretta idratazione.

    Dr. Dean ha scritto il suo protocollo per includere una corretta idratazione. Ciò significa aggiungere minerali (ReMag®, ReMyte®, ReCalcia®) a 1 litro d'acqua, aggiungere 1/4 di cucchiaino di sale rosa dell'Himalaya o altro sale minerale e bere un litro di quest'acqua a piccole dosi durante il giorno.
  • ReMag® attraverserà la barriera cerebrale?
    Ho pensato molto alla barriera cerebrale dal 2009 studiando nei ratti "L'aumento dell'apprendimento e della memoria aumentando i livelli di magnesio nel cervello". Tutti hanno sentito parlare di questo studio perché la notizia che il magnesio brevettato è stato in grado di entrare nel cervello e nel liquido cerebrospinale - dei ratti - è stata instancabilmente evidenziata. Gli autori dello studio hanno indicato che solo il loro magnesio era in grado di penetrare l'impenetrabile barriera cerebrale. Ho capito subito che si trattava di un'esagerazione incredibile, perché anche l'ossido di magnesio con un assorbimento del 4% può avere effetti positivi sul cervello. Ho letto lo studio del treonato di magnesio e mi è stato confermato che rispetto al citrato di magnesio, il contenuto di magnesio nel liquido cerebrospinale è aumentato solo del 7%. Con questa piccola, lieve differenza, gli autori dello studio hanno dichiarato il loro prodotto il Santo Graal, che attraversa la barriera cerebrale.

    Ecco cosa ho scritto su un blog nel 2014 sullo studio del treonato di magnesio:
    I produttori affermano che il loro magnesio unico attraverserà la barriera ematoencefalica. Tuttavia, questa non è sicuramente un'affermazione esatta. Il trattamento di emicrania, convulsioni, ictus, lesioni alla testa e altri problemi del sistema nervoso con ossido di magnesio altamente non assorbito (4%) mostra che tutto il magnesio funziona a livello dei neuroni, il che significa che tutti entrano nel cervello in una certa misura. Gli studi sugli animali che utilizzano il treonato di magnesio oscurano il fatto che anche altri tipi di magnesio probabilmente causerebbero alcuni di questi effetti.

    Personalmente, quando prendo il treonato di magnesio, ho la diarrea, il che significa per me che non è completamente assorbito a livello cellulare, come ReMag®. Da una veloce ricerca su Google, vedo che si tratta di un prodotto brevettato, e quindi questo studio sugli animali viene utilizzato per promuovere un prodotto commerciale. Ad agosto 2013 ho sentito dal fornitore di questo magnesio che dopo essersi affermato sul mercato il prezzo di vendita è aumentato fino al 400%. Creare una richiesta e poi aumentare il prezzo è il nome del gioco.

    Il capitolo 3, intitolato "Trasporto del magnesio attraverso la barriera ematoencefalica", tratto da Magnesio nel sistema nervoso centrale, mostra che ogni forma di magnesio supplementare ha accesso al cervello. Il seguente abstract modificato mostra il motivo: (Le parole tra parentesi sono le mie appendici.)

    La scoperta che i livelli di magnesio sono ridotti nelle malattie cerebrali acute e croniche ha portato a un recente aumento dell'interesse per il ruolo del magnesio nel sistema nervoso normale e danneggiato, sebbene i meccanismi del magnesio diminuiscano in condizioni patologiche e la loro disponibilità nel tessuto nervoso dopo la somministrazione sia non del tutto compreso. Il cervello ha due principali sistemi di barriera: (1) la barriera ematoencefalica formata dalle cellule endoteliali capillari del cervello, che separano il sangue dal fluido extracellulare nel neuropilo (una massa densa di assoni non mielinizzati, dendriti e processi delle cellule gliali); e (2) una barriera del liquido emato-cerebrospinale (CSF) formata da cellule epiteliali coroidali che separano il sangue dal liquido cerebrospinale... Recentemente, potenziali membri della melastatina sono stati identificati come recettori transitori come canali cationici per il trasporto del magnesio. Sebbene non sia noto se le cellule epiteliali coroidali esprimono queste molecole, sono espresse dalle cellule endoteliali cerebrali e possono svolgere un ruolo nel trasporto del magnesio. È chiaro che il magnesio entra nel SNC attraverso la barriera cerebrale ed è attivamente trasportato dalle cellule epiteliali coroidali al liquido cerebrospinale.

    Questo abstract ci mostra chiaramente quanto sia importante il magnesio per il cervello perché ha un proprio meccanismo di trasporto.

    Il primo capitolo di questo libro è intitolato "Concentrazione libera di magnesio nel cervello umano". Il seguente abstract modificato introduce il magnesio in un ruolo centrale nel cervello:
    La concentrazione cellulare di magnesio libero può essere determinata nel cervello umano mediante spettroscopia di risonanza magnetica al fosforo. Questa tecnica è stata utilizzata nel cervello umano e fornisce nuove indicazioni sull'azione del magnesio a livello cellulare. Il magnesio, misurato nel cervello umano, è circa la metà di quello del muscolo scheletrico umano. Questo risultato è probabilmente correlato alla minore concentrazione di ATP nel tessuto cerebrale. (Il magnesio è richiesto in 6 passaggi su 8 nella produzione di ATP. Quindi, se il cervello produce meno ATP, immagazzina e ha bisogno di meno magnesio.)

    La possibilità di determinare il magnesio cellulare ne ha consentito lo studio in diverse patologie neurologiche, e soprattutto in quelle dove la produzione di energia mitocondriale difettosa è primariamente un fattore eziologico della patogenesi. I test hanno dimostrato che il magnesio cellulare è una funzione della carica energetica delle cellule cerebrali e la respirazione mitocondriale difettosa provoca un peggioramento dell'omeostasi del magnesio cellulare. La diminuzione del magnesio cellulare è stata riscontrata anche nei lobi della testa di pazienti con vari tipi di emicrania e mal di testa. Inoltre, la valutazione mediante spettroscopia di risonanza magnetica al fosforo del magnesio nel cervello può aiutare nella diagnosi differenziale dell'atrofia multisistemica e del morbo di Parkinson, che offre un nuovo strumento diagnostico.

    Ora sai quanto sia importante il magnesio per il tuo cervello. Assicurati di utilizzare magnesio ben assorbito come ReMag® per risultati eccellenti.
  • Parole del produttore sulla dimensione delle particelle (minerali)
    Il rilevamento della presenza di magnesio viene eseguito utilizzando uno spettrometro ICP-OES. Questo ci dice che c'è davvero magnesio nel prodotto e lo quantifica anche per noi, quindi sappiamo quanto magnesio è presente. La macchina ICP-OES non ci dice la dimensione delle particelle.

    Aveka Labs ha utilizzato il Malvern PCS Dynamic Light Scattering Instrument per trovare le particelle in ReMag. PCS analizza campioni di particelle di dimensioni comprese tra 1 nm e 1000 nm (0,001-1 micron). Nessuna particella è stata trovata in questa gamma di dimensioni, il che significa che ReMag® ha particelle più piccole di 0,001 micron.

    ReMag® è una soluzione ionica monoatomica. Non esiste un modo diretto per misurare la magnitudine ionica (o il raggio ionico). Questo, in realtà, è determinato indirettamente misurando la lunghezza del legame. I raggi ionici sono difficili da misurare con qualsiasi grado di certezza e variano a seconda dell'ambiente ionico e di molti altri fattori. La distanza tra i due ioni nella struttura cristallina ionica può essere determinata mediante cristallografia a raggi X, che indica le lunghezze laterali della cellula cristallina. Il raggio ionico non è una proprietà fissa di un dato ione, ma varia con il numero di coordinazione, dello stato di spin e di molti altri parametri. Pertanto, è molto difficile determinare la vera dimensione delle particelle di ReMag®. Siamo sicuri che siano inferiori a 0,001 micron. Usando la cristallografia a raggi X, calcoliamo / stimiamo che le particelle ReMag abbiano una dimensione di circa 70-86 pico-metri.
  • Fonte e purezza di ReMyte® e ReCalcia®
    Soluzioni minerali ReMyte® e soluzione ReCalcia®. Il calcio contiene sia ioni che minerali. Tutti i minerali sono infatti inorganici, indipendentemente dalla fonte. Non lasciare che questo ti sconvolga. Definizione di minerali - qualcosa che non è né materia animale né vegetale, una sostanza cristallina formata da processi inorganici [processi che non provengono da un organismo vivente]. Per definizione, quindi, i minerali sono inorganici. C'è molta confusione e controversia sulla questione dei minerali organici rispetto a quelli inorganici e sull'effettiva applicazione di entrambi. Ci sono molte informazioni e molte opinioni che si stanno diffondendo sulle migliori fonti di minerali negli alimenti. Perché le opinioni differiscono e ottieni informazioni contrastanti a seconda di ciò che leggi. Nota: il corpo umano contiene principalmente minerali inorganici, con poche eccezioni, ad esempio, l'emoglobina (globuli rossi) contiene ferro.

    Leggi, ad esempio, che i minerali delle rocce non vengono utilizzati dall'organismo, ma sono anche pericolosi. Date le incongruenze e la confusione che creano questi punti di vista, è necessario inserire una logica in questo dibattito.

    Realisticamente, non importa quali fonti di minerali hai (acqua minerale o cibo). Il fattore più importante è la dimensione e la forma in cui si trovano. I minerali sono forniti in modo più efficiente in una base acquosa completamente ionizzata (nel loro stato atomico) che in natura. La pianta prende minerali inorganici dal terreno in cui cresce. Quindi li sintetizza in dimensioni e forma ioniche mediante assorbimento attraverso le radici, dove i minerali vengono combinati con l'acqua e trasportati attraverso la pianta.

    L'acqua minerale, che è satura di molecole minerali inorganiche disciolte dalle rocce, viene trasformata in una forma ionica dalle forze naturali, ma rimangono inorganiche. Le soluzioni ioniche a base di minerali elementari sono essenzialmente lo stesso processo, ma eseguito dall'uomo. Non appena il corpo li riceve, sa intuitivamente che tipo di minerale è e cosa farne, indipendentemente dalla sua fonte. E' di nuovo importante rendersi conto che non importa se si consumano minerali da fonti vegetali, soluzioni minerali o pillole. Ciò che conta è quanto tempo impiega il corpo a scomporre i minerali nel suo stato atomico (ionico) per utilizzarli efficacemente a livello cellulare. ReMyte® contiene minerali in una forma che il corpo può riconoscere e utilizzare immediatamente.
  • Fonte e purezza dell'acido sorbico
    L'acido sorbico trovato in ReMag® e ReMyte® deriva dal sorbo domestico (Sorbus domestica). Molti aspetti dei metodi di coltivazione utilizzati per produrre il sorbo domestico da cui si ricava l'acido sorbico possono essere considerati organici. Richiede la certificazione di terze parti per contrassegnare un ingrediente come biologico. Questo è un affare costoso. A causa del livello di utilizzo e della natura dell'ingrediente isolato dal sorbo domestico, il produttore ha deciso di non richiedere la certificazione di terzi. Tieni inoltre presente che gli alimenti biologici certificati non sono necessariamente privi di pesticidi, alcuni pesticidi sono ammessi nell'agricoltura biologica.

    Il potenziale rischio di esposizione ai pesticidi utilizzando lo 0,025% è infinitamente piccolo e non era importante per noi nella scelta di questa fonte di acido sorbico. In questo caso, è più importante una fonte non OGM.
  • Cosa devo fare quando comincio a sentirmi bene?
    Le persone che mi hanno scritto chiaramente vogliono provare più benessere. Il punto in cui hanno bisogno di ulteriori spiegazioni è che quando cambiano determinate cose, le cose cambiano effettivamente. Cosa voglio dire? Penso che i cambiamenti che non capisci (o che a volte non vuoi nemmeno) accadranno e porteranno ai cambiamenti che volevi davvero in primo luogo.

    Quindi, quando il tuo corpo viene nutrito con nutrienti ben assorbiti e avverti sintomi spiacevoli temporanei, potresti iniziare a preoccuparti. Sento spesso dire: "Il mio si comporta in questo modo e in quello... Puoi fermarlo?" Se capissero che questi sono segni di una buona salute duratura, non chiederebbero mai che il cambiamento si fermi.

    Come ho detto nei miei libri e in altre pubblicazioni, le persone sono condizionate dalla pratica medica tradizionale. Quando hanno esperienze che percepiscono come "cattive", vanno dal medico per i test, gli vengono prescritti farmaci e credono che ingerire una pillola risolverà immediatamente il problema. Non pensano nemmeno a cosa fa questo medicinale o quali sono i suoi effetti collaterali.

    Pertanto, è importante che educo il lettore sul ciclo del benessere naturale.

    Ciclo di benessere naturale
    Il percorso di benessere di ogni persona è unico. È influenzato da molti fattori diversi come: dieta, esercizio fisico, aria fresca, luce solare, farmaci, integratori, eredità, idratazione, ecc. Tuttavia, il ciclo del benessere ha alcune cose pubbliche e comprende i seguenti processi:

    Attivazione
    Questa è la fase attiva del percorso di benessere. Vengono attivati enzimi e altri sistemi biologici. Cellule, organi e sistemi si "svegliano". Durante questa fase di buona salute, le persone spesso si lamentano di essere scosse, ansiose o nervose. Avvertono anche formicolio, bruciore o contrazioni e dolore accidentale. Queste esperienze non sono sintomi di un disturbo del corpo. Sono la prova che nutrire il corpo con nutrienti ben assorbiti risveglia il corpo dalla attenuamento. Un corpo risvegliato è un corpo che sta già espandendo il proprio benessere.

    Riposo
    D'altra parte, ci sono clienti che si lamentano di essere stanchi o sentono di aver bisogno di un pisolino frequente. Questa è la comunicazione del corpo che dice di aver bisogno di riposo per poter elaborare e integrare i cambiamenti che apporta. È parte integrante del ciclo naturale del benessere.

    Disintossicazione
    Il terzo processo che le persone sperimentano in un ciclo di benessere naturale è la disintossicazione. Quando hanno un intestino sano, la disintossicazione è una parte naturale della creazione di una buona salute, così naturale che la maggior parte delle persone non se ne accorgerà nemmeno. Tuttavia, se le cellule rilasciano tossine più velocemente di quanto l'intestino le secerne, gli utenti spesso riferiscono sintomi di disintossicazione come mal di testa lieve, sintomi influenzali lievi, feci molli o diarrea, eruzioni cutanee e così via. Come l'attivazione e il riposo, la disintossicazione non è un disturbo del corpo o un effetto collaterale dell'integrazione. È una fase del ciclo naturale del benessere.

    Conclusione
    Attivazione, riposo e disintossicazione sono tre fasi che sono parte integrante del naturale processo di benessere. Ogni fase è essenziale affinché il tuo corpo si espanda in una maggiore salute. Una volta compreso che questi passaggi sono la prova che il tuo corpo sta assorbendo e utilizzando i tuoi nutrienti, puoi smettere di preoccuparti e sostenere il tuo corpo nel suo processo di benessere.
  • Aggiunta di ReCalcia®
    La base da cui devi iniziare è scoprire quanto calcio c'è negli alimenti che mangi. Le informazioni sul contenuto di calcio degli alimenti possono essere trovate online. Prova a osservarlo per qualche giorno.

    Una volta che sai cosa stai facendo, puoi decidere se un integratore di calcio funzionerà per te. Dr. Dean suggerisce che se mangi 300 mg o più (ma meno di 600 mg) di cibi ricchi di calcio, potresti prendere in considerazione l'utilizzo di 1 cucchiaino di soluzione ReCalcia®. Se mangi 300 mg o meno di cibi ricchi di calcio, potresti prendere in considerazione l'utilizzo di 2 cucchiaini ReCalcia®. Puoi anche utilizzare un inizio lento con questo prodotto, iniziando con 1/4 di cucchiaino al giorno e aumentando a 1 o 2 cucchiaini al giorno.

    Se consumi 600 mg di calcio al giorno o più cibi ricchi di calcio, non hai affatto bisogno di un integratore di calcio. Dr. Dean segue le linee guida dell'UE e dell'OMS sull'integrazione di calcio, che raccomandano che 600 mg di calcio al giorno siano sufficienti per la maggior parte delle persone.
  • RnA ReSet Drops
    RnA Reset Drops™ è in fase di sviluppo da giugno 2010 e fa parte di una serie di studi a lungo termine. Grazie a questo processo di ricerca e all'osservazione ripetuta delle stesse variabili per un lungo periodo di tempo, la nostra fiducia sta crescendo e la Dr. Dean sta espandendo la sua offerta di prodotti RnA Reset Drops™ ai consumatori di tutto il mondo.
    Ci sono anche rapporti a breve termine e non ufficiali che possiamo condividere con i consumatori che dovrebbero aiutarti a identificare l'idoneità di RNA Reset Drops™ per te. Di recente, la Dr. Dean e il suo team hanno completato uno studio sulla coltivazione di colture vive che porterà i risultati attesi - i dettagli sul progetto Farm sono descritti in questo video:

    https://youtu.be/JYtwEN2zj-E

    Le gocce RnA Reset Drops™ sono prodotti in modo simile ai rimedi omeopatici, il che significa che risuonano con le dosi precedenti. Quindi nella Generazione 147 - o nel lotto 147 - la loro risonanza può fungere da "sintonizzatore" o bilanciatore. Le gocce RnA Reset Drops™ sono state ripetutamente testate su una macchina Zyto e si è scoperto che stabilizzano molti carichi di stress nel campo energetico del corpo, più in un'intervista qui:

    https://drcarolyndeanlive.com/2014/08/11/zyto-machine-and-rna-drops/

    In termini di dati non ufficiali, quasi mille segnalazioni di consumatori hanno dimostrato la potenza e l'efficacia di RnA ReSet Drops™. I rapporti includono aumenti di energia, sbalzi d'umore, equilibri di zucchero nel sangue e aggiustamenti del gusto, inclusa una riduzione del desiderio di zucchero, sigarette e alcol. Molti consumatori noteranno un miglioramento di capelli e pelle, energia e umore nei primi 30 giorni. Diversi rapporti per migliorare le condizioni croniche suggeriscono che si raccomandano almeno 90 giorni di utilizzo a una dose giornaliera di 15 gocce due volte al giorno.

    Infine, ogni lotto di RnA ReSet Drops™ viene testato attraverso laboratori certificati FDA e rivela la qualità e la consistenza del prodotto. Ogni lotto è privo di allergeni, metalli pesanti e riflette le proprietà nutritive benefiche di zuccheri naturali, aminoacidi e fosforo.

    Siamo orgogliosi di offrire ai nostri clienti gocce RnA ReSet Drops™.

2. Certificati di qualità

Apri tutto Chiudi tutto
  • ReMag® Magnesio pico-ionico
    Safety Data REMAG®
  • ReMyte® Soluzione minerale pico-ionica
    Safety Data REMYTE®
  • ReCalcia® - Calcio pico-ionico
    Safety Data RECALCIA®
  • Pico-Silver™ Solution

Picomineral.it

RiMineralizzati! Minerali altamente assorbibili dalla Dr. Carolyn Dean - RnA ReSet

Novità

Questo sito utilizza i cookie. Navigando in questo sito acconsenti al loro utilizzo.